Contare le carte al 77865

Ascolta il post Scritto da Chrys. Il titolo in questione è Black Fleet giocatori, 60 minuti ideato da Sebastian Bleasdale e tradotto e distribuito in Italia da Asterion. Si tratta di un gioco di commercio e scorrerie, in cui ogni giocatore controlla sia una nave mercantile che una nave pirata a cui si aggiungono un pao di navi neutre del governatore a disposizione di tutti e dovrà sfruttarle al meglio per fare la maggior quantità possibile di dobloni. Apparentemente sembra la stessa descrizione di Corsari dei Caraibi non che fosse il primo gioco con questa trama ma in questo caso ci troviamo davanti ad un titolo molto più family e quindi mirato a un pubblico più ampio, sia per durata e complessità delle regole che per l'approccio adottato e l'estetica del gioco A parte una plancia molto ampia e colorata 6 pannelli ricchi di particolari buffi e divertenti la prima cosa che salta all'occhio sono le splendide miniature delle navi fatte con uno stile ciocciottello e fumettoso; abbiamo 3 modelli differenti navi pirata, piccole e munite di cannone frontale, navi mercantili, con ben tre ponti e più grosse, ed infine le navi da guerra del governatore, grosse e munite di cannoni su ambo i lati. Altro particolare estremamente apprezzato da tutti quelli a cui l'ho fatto provare è che le merci vengono fisicamente caricate sulle navi i cui ponti sono studiati per alloggiare i cubi merce 1 la nave pirata e 3 i mercantiliun po' come avveniva in Serenissima ma con tutto un altro fascino data la forma delle navi. Parlando di mazzi di carte abbiamo 44 carte Fortuna, 44 carte movimento, 24 carte sviluppo, e una manciata di altre carte. Le carte sono molto robuste quasi cartoncino leggero colorate e lucide ma non telate: per me non è un problema ma i feticisti delle bustine sicuramente le imbusteranno subito Abbiamo poi un gran numero di cubetti merce in legno di vari colori e, dulcis in fundo, i dobloni che sono delle splendide monete in metallo!

Notevole molto diverso. Le Poker Room erano piene quasi esclusivamente da uomini di mezza età. Ed erano piene zeppe di fumo! Sembra un film, bensм non lo è. Era questo il mondo dei gambler fino a un paio di decenni fa. Il poker online per questi signori era un mondo sconosciuto. Primo fra tutti colui delle pellicole hollywoodiane, con Rounders in prima linea. Due menti, una sola visione Il co-fondatore di Pokerlistings, Niklas Flisberg, alle WSOP del I primi tempi di Pokerlistings erano molti diversi da oggi, come potrai notare dalle immagini pubblicate.

Con i giochi di Las Vegas il blackjack è quello che lascia più possibilità al giocatore. Ed è addirittura un gioco per il quale devi essere tagliato, il cui esito dipende dalle mosse che fai, dalle decisioni che prendi. Poi, dieci anni fa, ha mollato tutto. È diventato abbondante con il best seller Comp city, un manuale su come approfittare al massimo di tutte le offerte speciali di Vegas, e ora lavora come consulente per entrambi i lati del tavolo verde.

Improvvisamente le prime parole che appaiono sul taccuino, mentre sorseggio ginger vodka ice sulla terrazza beach club al 11 piano del the Crowmwell. Piscina rigurgitante di corpi che ballano hip-hop, finché il Dj snocciola Kendrik Lamar e Cannibal OX a tutto volume, sotto lo sguardo attendo delle cameriere in bikini, pronte a riempirvi il calice quanto volete. Disconnettere la vostra anima. Quando venite a Las Vegas non pensate di fermarvi uno, due giorni. Prendetevi una settimana.